Pittura in verticale

ABiCi – Scuola dell’Infanzia

Entrando all’ABiCi, dalla Sezione Primavera all’ultimo anno della Scuola dell’Infanzia, ci si rende conto che i progetti viaggiano come un’ onda che non s’ interrompe mai, progetti che promuovono l’educazione, potenziano la formazione,  e stimolano la creatività dei bambini e molti sono anche anche i laboratori con obiettivi trasversali che mirano a soddisfare contemporaneamente più bisogni. 
Perché alla scuola dell’infanzia si realizzano mille attività, piccole importantissime gocce di vita vissuta che aiutano i bambini a imparare le regole, che educano all’empatia, alla riconoscenza, al rispetto.  Giocando o dipingendo o creando sculture di ghiaccio in inverno, o costruendo postazioni fantasiose sul litorale, durante una gita al mare, sempre si imparano le cose più importanti: grazie, prego, per favore, buongiorno; si impara il piacere di condividere, di essere generosi.

Se si scorrono le immagini dei social si incontrano i tanti progetti pedagogici che sostengono la scuola dell’infanzia e, soprattutto, salta agli occhi che per le Maestre dell’ABiCi, insegnare è un piacere, riuscendo ad affascinare i bambini con parole e atteggiamenti che sempre poggiano su un linguaggio educativo.

Nessuna occasione è trascurata per trasmettere abilità e consolidare apprendimenti, come durante la Festa della Mamma, quando coppie di mamme e bambini, armate di attrezzi da giardino, hanno manipolato angoli di terra dedicati a loro, mentre altre, con temperelli, cartoncini, colle e forbici, hanno realizzato con i più grandi, lavoretti, cartelloni e biglietti colorati.

Nell’economia di giornate normali, senza eventi particolari, se non si osserva a fondo, si percepisce solo un’atmosfera di gioia e di creatività e magari sfuggono esperienze particolari che hanno invece il pregio di far nascere e crescere  nei bambini doti particolari.

E’ il caso, per citare un esempio, l’ Atelier di fiori e colori, un’esperienza immersiva, avvenuta all’inizio della Primavera, in cui i bambini si sono mossi a ritmo di musica, percependo suoni e colori e vivendo le EMOZIONI, un apprendimento attivo e innovativo durante il quale i bambini sono stati lasciati liberi di interpretare la stagione attraverso la pittura in verticale, vivendo la relazione tra luce e colore, imparando a discernere ciò che è reale da ciò che è proiettato e sviluppando il riconoscimento di sé attraverso la comprensione della propria ombra.

Un altro tassello di conoscenza dal vivo.