PRIMO SOCCORSO

Primaria & ABiCi

I bambini, anche piccoli, possono imparare le manovre di Primo Soccorso e anche dopo tre mesi l’82% sa fare la rianimazione cardiopolmonare.
Insegnare le manovre salvavita, in caso di arresto cardiaco e di ostruzione delle vie aeree, ai bambini e agli adolescenti di ogni ordine e grado scolastico fa la differenza nel ridurre drasticamente eventi drammatici.

È fondamentale che gli alunni imparino a riconoscere le situazioni di pericoo e le circostanze che richiedono l’intervento di un adulto o dell’ambulanza e, crescendo, apprendano anche il funzionamento e l’utilizzo del defibrillatore.

Per queste ragioni, “Un battito di mani”, iniziativa proposta da diversi Enti del Comune di Verona, è entrata alla Scuola Primaria per un importante insegnamento teorico-pratico delle manovre di rianimazione cardiopolmonare attraverso una combinazione pianificata dei programmi di scienze ed educazione civica.

Perchè il titolo “Un Battito di mani”?
“Un battito” ricorda il battito cardiaco, “Di mani” le mani che andranno poste al centro del torace del paziente in ACC,  e per finire “Un battito di mani” è l’applauso con cui si conclude l’attività e che i bambini fanno a se stessi e agli altri, nella consapevolezza che è giusto e bello fare qualcosa di utile per chi è in difficoltà.
Anche se siamo ancora alla Primaria… è tempo opportuno dare formazione perchè anche i più giovani possono essere risorse nell’emergenza-urgenza, se si insegna loro loro come fronteggiare le situazioni di pericolo e i nostri alunni di quinta hanno dimostrato di aver compreso che i loro comportamenti possono fare la differenza e salvare vite umane. L’attività, dunque, si è rivelata di grande efficacia, specialmente per l’entusiasmo e l’attenzione prestata durante il corso e gli operatori si sono detti certi che i nostri alunni, anche dopo molti mesi, sapranno ricordare perfettamente la sequenza del BLS (Basic Life Support):

  • riconoscere l’importanza di agire in un ambiente sicuro
  • saper valutare un possibile attacco cardiaco tramite mancanza di coscienza e il movimento tosse-respiro
  • saper allertare il 118
  • saper iniziare la Rianimazione Cardio Polmonare

Pur apprezzando la parte teorica, ricchissima di slide, i bambini si sono entusiasmati soprattutto durante la parte ‘sul campo’ con le manovre come il massaggio cardiaco e la disostruzione delle vie aeree.
Una straordinaria  esperienza che tutta la classe ha affrontato con la serietà e l’ interesse che nascono quando si è convinti che i nostri comportamenti possono fare la differenza.

Anche i Grandi di ABiCi e gli alunni di Prima e Seconda Primaria hanno assistito a Giornate di formazione sulle manovre di rianimazione e disostruzione pediatrica da parte di un’altra Associazione, “Prima la vita”, che, pur con modalità diverse, adatte all’età ai più piccoli, ha offerto ai bambini un primo approccio alle manovre di primo soccorso.
L’attenzione dimostrata da tutti, conferma che si è sulla strada giusta per creare una nuova generazione di adulti in grado di intervenire tempestivamente in caso di necessità.